home / Archivio / Diritto Civile raccolta del 2021 / L'azione di rivendica è proponibile solo nei confronti di chi possiede il bene o è ..

indietro stampa contenuto leggi libro


L'azione di rivendica è proponibile solo nei confronti di chi possiede il bene o è proprietario

Argomento: Della proprietÓ
Sezione: Sezione Semplice

(Cass. Civ., Sez. II, 19 maggio 2022, n. 16271)

stralcio a cura di Maria Avossa

"(…) 2.1 (…)  l'azione con cui, a qualsiasi titolo, si rivendica una proprietà (nella specie, a titolo di usucapione), deve essere proposta unicamente nei confronti di chi possiede il bene o ne è proprietario all'atto della domanda, e non anche dei precedenti danti causa, che non hanno veste di litisconsorti necessari (Sez. 6- 2, Ord. n. 24260 del 2018).(…) richiama (…) pronuncia delle Sezioni Unite n. 1238 del 2015 (…). In tale occasione, infatti si è affermato il seguente principio di diritto: «Il litisconsorte necessario pretermesso (come anche il terzo titolare di diritto autonomo e incompatibile, il falsamente rappresentato e il titolare di "status" incompatibile con quello accertato tra altre parti), che ai sensi dell'art. 404 cod. proc. civ. è ammesso all'opposizione ordinaria avverso la sentenza resa in un giudizio "inter alios", può anche proporre una azione di accertamento autonoma della sua posizione, ma, sino al passaggio in giudicato della sentenza che riconosca la situazione come da lui dedotta, gli è preclusa ogni tutela, anche cautelare, avverso l'efficacia esecutiva o gli effetti esecutivi o accertativi derivanti dalla sentenza "inter alios" non opposta».(…)Secondo la citata pronuncia, pertanto, al terzo legittimato all'opposizione ordinaria ai sensi dell'art. 404, primo comma, cod. proc. civ., è preclusa solo l’opposizione all'esecuzione promossa sulla base di un titolo giudiziale formatosi inter alios. In conclusione, quanto alla domanda di rivendica (…) deve ribadirsi che: Il terzo estraneo ad un giudizio reso "inter alios", può chiedere, con azione diretta in separato giudizio, l'accertamento dei propri autonomi diritti, cioè statuizioni nuove e di contenuto diverso rispetto a quelle della sentenza resa tra le altre parti e contro la quale avrebbe potuto proporre opposizione (Sez. 2, Sent. n. 30941 del 2017).(…) , le Sezioni Unite di questa Corte hanno ritenuto che: Nella controversia avente ad oggetto la rivendicazione di un bene, deve riconoscersi la legittimazione ad intervenire in grado d'appello in favore del terzo che assuma di essere proprietario o possessore esclusivo del bene medesimo, dato che l'art. 344 cod. proc. civ., nel consentire tale intervento a chi potrebbe proporre opposizione ai sensi dell'art. 404 cod. proc. civ., include il caso del terzo, il cui diritto, pure se [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio