home / Archivio / Diritto Civile raccolta del 2022 / Intervento estetico non riuscito, sì alla perdita di chance per la “ragazza ..

indietro stampa contenuto


Intervento estetico non riuscito, sì alla perdita di chance per la “ragazza immagine”

Argomento: Della responsabilitÓ medica
Sezione: Sezione Semplice

(Cass. Civ., Sez. III, 5 settembre 2023, n. 25910)

stralcio a cura di Ciro Maria Ruocco

“(…) 7.3. - Va accolto il terzo motivo anche in riferimento all’omesso riconoscimento del diritto al risarcimento del danno da perdita di chances (intese come chances patrimoniali di futuro guadagno). Anche in questo caso, la motivazione è a dir poco sbrigativa, oltre che non conforme a diritto: quanto alla compromissione delle prospettive lavorative della ragazza, che assumeva di essere avviata ad una carriera nel settore pubblicitario e della moda, e di svolgere all’epoca dei fatti l’attività di ragazza immagine, la corte d’appello afferma che l’appellante non abbia fornito alcuna prova dell’avvio di una simile carriera. Aggiunge, poi, che il risarcimento del danno da perdita di chance esige la prova, anche presuntiva, purché fondata su circostanze specifiche e concrete, dell’esistenza di elementi oggettivi dai quali desumere in termini di certezza o di elevata probabilità la sua esistenza. Osserva il collegio come sia ben vero che la chance non è una mera aspettativa di fatto, bensì deve tradursi nella concreta ed effettiva possibilità di conseguire un determinato risultato (nella specie, la possibilità di affermazione nella carriera di modella) o un certo bene giuridicamente ed economicamente suscettibile di autonoma valutazione, e che la sua perdita configura un danno concreto ed attuale commisurato alla possibilità perduta del risultato sperato (sulla nozione di chance v. Cass. n. 5641 del 2018 e, da ultimo, Cass. n.2261 del 2022 e Cass. n. 25886 2022). Pertanto, la prova del danno da perdita di chance si sostanzia: - nella dimostrazione della esistenza e della apprezzabile consistenza di tale possibilità perduta, da valutarsi non in termini di certezza, ma di apprezzabile probabilità - nel caso di specie, in termini di affermazione economica o nel mondo del lavoro nel campo prescelto - prova che può essere data con ogni mezzo, e quindi anche a mezzo di presunzioni; - nell’accertamento del nesso causale tra la condotta colpevole e l'evento di danno – nella specie, le possibilità lavorative perdute a causa delle condizioni fisiche permanenti, estetiche e funzionali, della persona della danneggiata, con recisione delle concrete possibilità di affermazione nel campo prescelto. Di tal che il nesso tra condotta ed evento si caratterizza, nel territorio della perdita di chance, per la [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio